Notizie Flash

incontro assoflora

Incontro presso la sala convegni ARSSA, a Villanova di Cepagatti (Pe) il giorno 22 gennaio 2010 alle ore 17.30.  

convegno

Aggiunte nuove foto nella sezione Multimedia

Associazione: Dei Produttori Florovivaisti Abruzzesi

Associazione: Dei Produttori Florovivaisti Abruzzesi

Guarda i Video
Banner

Sondaggi

Florviva Per:
 

Chi è online

 7 visitatori online
Giardinaggio
Giardinaggio in Abruzzo
giardinaggio

Il giardinaggio è la tecnica e l'arte della coltivazione di fiori e piante ornamentali. Può essere praticato per hobby o per attività professionale.

A differenza dell'agricoltura e della floricoltura, non obbliga a coltivazioni estese di una particolare specie ma è essenzialmente praticato a scopo ornamentale e di svago.

 

Clima e stagioni

Molte coltivazioni, praticate su scala maggiormente estesa, possono - in certe zone favorite da un clima mite - diventare tipiche anche del giardinaggio, specie in certe stagioni dell'anno e sotto talune latitudini: è il caso, ad esempio, dei limoni (prodotti principalmente in Sicilia per una diffusione di massa, ma coltivati anche sulle terrazze di molte città italiane) e delle Stelle di Natale, che raggiungono il loro aspetto di massima fioritura nella tarda stagione autunnale nonché in quella invernale.

Tecniche colturali

Praticato all'aperto o in serra, comunque, il giardinaggio tradizionale comporta una manutenzione pressoché assidua e regolare, con la eliminazione dei fiori appassiti, dei parassiti e delle erbacce infestanti, nonché una regolare sfoltitura atta a favorire un armonioso e regolare sviluppo della pianta o del fiore.

Al contrario, nel giardino naturale, detto anche giardino ecologico, gli interventi di manutenzione devono e possono essere ridotti al minimo indispensabile per assicurare l'accessibilità e la fruizione dell'area, e per mantenere in stato di relativo equilibrio alcuni tipi di vegetazione intrinsecamente instabili (come il prato e la siepe).

giardinaggio

Nel giardinaggio la moltiplicazione delle piante può avvenire per talea, margotta, propaggine, innesto, divisione di tuberi, rizomi, stoloni e bulbi o con la semina.