Notizie Flash

incontro assoflora

Incontro presso la sala convegni ARSSA, a Villanova di Cepagatti (Pe) il giorno 22 gennaio 2010 alle ore 17.30.  

convegno

Aggiunte nuove foto nella sezione Multimedia

Associazione: Dei Produttori Florovivaisti Abruzzesi

Associazione: Dei Produttori Florovivaisti Abruzzesi

Guarda i Video
Banner

Sondaggi

Florviva Per:
 

Chi è online

 5 visitatori online

Torna anche quest'anno, con la formula che si è rivelata vincente e di grande impatto artistico, il doppio e comune appuntamento di “Florviva” e “Mostra del Fiore”, i due eventi di floricultura più importanti d'Abruzzo che dal 2012 hanno unito le forze presentando una manifestazione di grande interesse e risonanza, grazie al determinante contributo della Camerca di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura (Cciaa) di Pescara.

Dopo aver mandato in archivio l'anno scorso un'edizione da record, con 123 espositori provenienti da ben 13 regioni d'Italia (Abruzzo, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Molise, Lombardia, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana, Trentino Alto Adige e Veneto), il 2014 si preannuncia ancora più interessante: l'Associazione Regionale del Florovivaismo Abruzzese (Arfa) ed Assoflora, i due sodalizi protagonisti della kermesse, infatti, stanno lavorando per raggiungere e superare i traguardi del 2013, con una maggiore rappresentatività del territorio nazionale.

 

Le premesse per superare ampiamente l'edizione 2014 ci sono già tutte: la richiesta di partecipazione è in continuo aumento, dimostrando la capacità del settore della floricultura e del florovivaismo d'Abruzzo di essere rappresentativo della realtà nazionale, grazie a due consolidate esperienze che nel 2012 hanno deciso di unire le loro forze per creare una manifestazione di grande spessore, investendo in risorse, supporto organizzativo e strategico alla riuscita dell’evento: da tre anni, infatti, la manifestazione si svolge nella splendida cornice del Porto Turistico Marina di Pescara, che l'anno scorso è stato letteralmente invaso, nei tre giorni della mostra, da circa 50 mila visitatori.

Quest'anno il risultato in termini di pubblico sarà senza dubbio incentivato dalla scelta del lungo “ponte” della Liberazione come data di svolgimento dell'evento: il nastro dell'edizione numero 38 della Mostra del Fiore e numero 13 di Florviva sarò infatti tagliato venerdì 25 aprile e la chiusura è prevista per domenica 27.

Parlare di “Mostra del Fiore – Florviva” non è presentare solo una manifestazione espositiva: al suo interno, infatti, ci saranno numerosi eventi collaterali che si concentreranno nei tre giorni della manifestazione, che costituisce un contenitore di riflessione e di confronti tra addetti ai lavori e istituzioni, tra enti e pubblico, tra imprenditori e fruitori: numerosi i convegni e le tavole rotonde, una iniziativa letteraria denominata “Poesia in fiore” che racconterà in versi la passione per il mondo della floricultura, una gara di composizioni floreali il cui ricavato andrà in beneficenza, a cura dell'European Ateneum of Floreal Art (Eafa) di Mauro Margiotti.

«Parlare di florovivaismo – ha spiegato il presidente dell'Assoflora, Guido Caravaggio – in Italia e in questo momento storico significa per noi soprattutto incentivare lo sviluppo di una “cultura del verde” come strumento per acquisire sensibilità rispetto ai problemi ambientali e coscienza che la salvaguardia dell’ambiente e delle risorse passa, prima di tutto, attraverso comportamenti individuali ecologicamente corretti. Siamo convinti che fornire informazioni sul mondo vegetale e sulla sua cura è il primo passo per imparare a rispettarlo e quindi ad amarlo. Non vogliamo semplicemente proporre una esposizione, ma un complesso di sollecitazioni e di possibilità di conoscenza che costruisca una solida identità ecologica»

«Come ogni anno – aggiunge il presidente di Arfa, Remo Matricardi – l’ampia gamma delle sollecitazioni che verranno proposte mira a stabilire un reciproco raccordo tra mondo naturale e attività antropica, in modo da far emergere alcuni significativi nessi, in una visione unificata in grado di valorizzare l’azione umana. Il motto che potremmo mettere in testa a questa edizione 2014 è “Scoprire l'ambiente prima di costruire una cultura dell’ambiente”. Per far questo, stiamo preparando numerose iniziative collaterali e tanti momenti di confronto. Dopo il deciso salto di qualità della “Mostra del Fiore” e di “Florviva” segnato l'anno scorso, ritengo che questa volta la manifestazione possa consacrare definitivamente il movimento florovivaistico regionale e nazionale, sia dal punto di vista economico, sia dal punto di vista culturale».

 

Pescara, 17 aprile 2014